L’Associazione Campi Aperti per la Sovranità Alimentare appoggia e sostiene lo sciopero femminista dell’8 marzo, partecipando alla giornata di lotta e di visibilità per le strade di Bologna, organizzata dal movimento Non Una di Meno.

Vi invitiamo a condividere il nostro comunicato di adesione alla mobilitazione e a partecipare all’iniziativa.

A SOSTEGNO DELLO SCIOPERO GLOBALE DELLE DONNE!

Anche quest’anno, in tutto il mondo, l’8 marzo sarà una giornata di lotta per manifestare il rifiuto della violenza maschile e di genere in tutte le sue forme. L’appello internazionale alla mobilitazione ha raggiunto anche Bologna, dove le compagne del movimento Non Una di Meno hanno raccolto ancora una volta la sfida di promuovere uno sciopero dal lavoro produttivo e riproduttivo.

Quella dell’8 marzo sarà una giornata di sciopero femminista contro la violenza patriarcale e i ruoli di genere che questa impone. Uno sciopero per la libertà delle donne di decidere sul proprio corpo. Uno sciopero contro la precarietà e le molestie sul lavoro e per un reddito di autodeterminazione che permetta di liberarsi da situazioni in cui si subisce violenza. Uno sciopero contro il razzismo – anche quello istituzionale – e per la libertà di movimento delle genti attraverso i confini. Uno sciopero contro un modello economico che sta avvelenando irrimediabilmente la nostra terra.

L’Associazione Campi Aperti per la Sovranità Alimentare appoggia e sostiene lo sciopero femminista dell’8 marzo, partecipando a questa giornata di lotta e di visibilità per le strade di Bologna.

Perché l’autodeterminazione alimentare è un tassello di quell’autodeterminazione per cui l’8 marzo le donne sono chiamate a scioperare.

Perché le donne devono essere libere dalla violenza maschile e di genere in qualsiasi ambito lavorativo, anche il nostro.

Perché l’alternativa al sistema economico dominante che cerchiamo di costruire difendendo la piccola agricoltura contadina e promuovendo una consapevolezza ecologica non potrà darsi se non sarà accompagnata dall’eliminazione della violenza maschile e di genere.

Non ci sarà sovranità alimentare se non ci sarà anche la possibilità per tutt* coloro che rifiutano la violenza maschile e di genere di decidere delle proprie vite e dei propri corpi.

Anche noi saremo in piazza a manifestare il nostro

no alla violenza maschile e di genere

insieme a Non Una di Meno!

Ci vediamo alle 18.00 in P.zza del Nettuno!

Accoglieremo inoltre il corteo che coinfluirà nel piazzale di XM24 con il consueto mercato del giovedì.

There is no such thing as a single-issue struggle because we do not live single-issue lives.
Audre Lorde

Per info:

Evento FB: 8 Marzo a Bologna – Sciopero Globale delle Donne

Pagina FB Non Una di Meno Bologna

Il sito di Non Una di Meno

http://www.campiaperti.org/wp-content/uploads/2018/03/8Marzo-1024x319.jpghttp://www.campiaperti.org/wp-content/uploads/2018/03/8Marzo-150x150.jpgSaraGC primo pianoPrimo PianoL’Associazione Campi Aperti per la Sovranità Alimentare appoggia e sostiene lo sciopero femminista dell'8 marzo, partecipando alla giornata di lotta e di visibilità per le strade di Bologna, organizzata dal movimento Non Una di Meno. Vi invitiamo a condividere il nostro comunicato di adesione alla mobilitazione e a partecipare all'iniziativa. A...Agricoltura biologica e mercati contadini per l'autogestione alimentare