Coltiviamo comunità, reti e territorio

Pratiche di riappropriazione, difesa e autogestione

7-8-9 Ottobre 2016 – Mondeggi Terra Bene Comune Fattoria Senza Padroni

Come parte della campagna per la giustizia e la verità di fronte all’omicidio di Berta Cáceres Flores, leader indigena honduregna, Goldman Prize 2015, uccisa sei mesi fa per il suo impegno come coordinatrice del C.O.P.I.N.H. (Consejo Civico de Organizaciones Populares e Indigenas de Honduras): Mondeggi, il Collettivo Italia Centro America (CICA) e il Comitato Berta Vive invitano tutte le realtà che vogliono confrontarsi sul tema della difesa del territorio, della resistenza contro le grandi opere, dell’organizzazione delle comunità rurali, all’incontro “Coltiviamo comunità, reti e territorio – Pratiche di riappropriazione, difesa e autogestione”.

Fra settembre ed ottobre sarà infatti in Italia Berta Zúñiga Cáceres, la figlia di Berta Cáceres, invitata dal Collettivo Italia Centro America, associazione da anni impegnata a sostegno dei movimenti sociali e contadini in Honduras e storico partner del C.O.P.I.N.H; Berta arriva per: costruire reti di solidarietà con l’organizzazione; riportare l’attenzione della comunità internazionale sul “caso” Berta Cáceres; spiegare il legame tra mega-progetti, investitori internazionali e violazione dei diritti dei popoli indigeni in Honduras; presentare lo stato delle inchieste, ufficiali e indipendente, sulla morte della madre.

Il C.O.P.I.N.H., è un’organizzazione di base che unisce circa 400 comunità indigene Lenca nella zona occidentale dell’Honduras. Nasce nel 1993 come alternativa politica e sociale per la popolazione indigena ed altri settori sociali, per contribuire alla costruzione di una società umana e dignitosa. Il C.O.P.I.N.H. lotta per il rispetto e la difesa dei Diritti dei Popoli Indigeni, della propria territorialità, cultura, cosmovisione, ambiente e biodiversità. Lotta per uno sviluppo sostenibile ed il miglioramento delle condizioni di vita delle comunità indigene, promuovendo scuole, centri di salute, strade ed altro. Il C.O.P.I.N.H. è un’organizzazione indigena e popolare, antipatriarcale, antimperialista, antineoliberale, antirazzista, sensibile alle necessità e i diritti delle comunità indigene, contadine e urbane, in Honduras e nel mondo.

Mondeggi Fattoria Senza Padroni è parte della campagna Terra Bene Comune, contro lo sfruttamento, la devastazione ed il saccheggio di tutte le terre, private o demaniali che siano, in difesa delle comunità locali, a fianco di coloro che difendono la sovranità alimentare.

L’accesso alla terra come base del sostentamento alimentare dovrebbe essere un diritto universale garantito per chiunque. Nasce da qui la campagna “Terra Bene Comune”, anche come forma di opposizione alla privatizzazione delle terre ancora rimaste patrimonio pubblico, tramite il ritorno alla campagna, spinto dall’esigenza di autodeterminarsi e autosostenersi. La terra è un mezzo indispensabile alla produzione del cibo e così come l’acqua e l’aria sono elementi indispensabili alla vita umana e quindi non mercificabili. Siamo ormai all’assurdo paradosso per il quale si vietano pratiche contadine millenarie adducendo pretestuose motivazioni di igiene e salute pubblica, mentre si autorizza, anzi si incentiva, l’uso di sostanze chimiche per la produzione e la lavorazione dei nostri alimenti: ciò che è genuino diventa quindi clandestino.

Mondeggi Fattoria Senza Padroni è lieta di incontrare il C.O.P.I.N.H., perché chi impone le grandi opere che devastano i nostri territori, siano esse dighe, treni ad alta velocità, inceneritori, antenne radar militari, troverà da questa come dall’altra parte dell’oceano, comunità solidali e resistenti che dell’autogestione fanno la loro forza.

Programma dellincontro

venerdì 7 ottobre

Pomeriggio:

Accoglienza e camminata per Mondeggi Fattoria Senza Padroni

Presentazione e organizzazione dell’incontro e costruzione della mappa delle lotte sul territorio

Cena

Proiezione Documentario

sabato 8 ottobre

ore 8.00 – Colazione

ore 9.30 – Lavori collettivi per la preparazione degli spazi, la cucina e nell’uliveta

ore 12.30 – Pranzo

ore 14.00-17.00 – Tavoli di lavoro:

Pratiche di difesa del territorio e forme di organizzazione contro la repressione

Pratiche locali di organizzazione, riappropriazione, autogestione

ore 18.00-20.00 – Lotte per la giustizia in Mesoamerica:

ore 18: Don Pedro El Salvador, Nodo solidale Chiapas, Ayotzinapa

ore 19: Berta Zuniga, COPINH, Honduras

ore 20.30 – Cena in solidarietà con il COPINH

ore 22.00 – Collegamento con la radio COPINH

dopo DJ Set

domenica 9 ottobre

ore 9.00 – colazione

ore 10.00 – Riunione di chiusura con Berta: Invito di solidarietà al COPINH, con quali legami ci lasciamo?

ore 13.00 – Pranzo

ore 15.00 – Iniziativa sul territorio: Fermiamo la svendita delle terre di Mondeggi, diamo insieme nuova vita alle terre abbandonate!

Il programma potrà essere modificato, per la sera di venerdì e quella di sabato si stanno organizzando attività, ancora in via di definizione.

Le giornate si svolgono all’insegna dell’autogestione: si cucina, si pulisce e si lavora nell’uliveta tutti insieme!

Durante l’incontro sarà possibile campeggiare, vi chiediamo di contattarci per dirci le presenze, in modo da organizzare al meglio l’accoglienza:

copinhincontramondeggi@gmail.com

http://www.campiaperti.org/wp-content/uploads/2016/10/berta-1024x723.jpghttp://www.campiaperti.org/wp-content/uploads/2016/10/berta-150x150.jpgcafComunità in lotta per l'autodeterminazione alimentareColtiviamo comunità, reti e territorio Pratiche di riappropriazione, difesa e autogestione 7-8-9 Ottobre 2016 - Mondeggi Terra Bene Comune Fattoria Senza Padroni Come parte della campagna per la giustizia e la verità di fronte all’omicidio di Berta Cáceres Flores, leader indigena honduregna, Goldman Prize 2015, uccisa sei mesi fa per il...agricoltura biologica e mercati contadini atuogestiti